12 novembre 2016

Una merenda offerta col cuore: la dolcissima storia del sig. Mario Mazzoni

Eurobis è soprattutto questo: emozione per le cose semplici, quelle spontanee e naturali. Quelle che nascono dal cuore.

Oggi vi raccontiamo una storia dolcissima: una merenda offerta spontaneamente da un signore che abita sul percorso dell’ultima camminata della formica Selma: San Martino in Campo!

passeggiata formica Selma 29 ottobre merenda

I bambini, numerosi, catturano l’attenzione del signor Mario Mazzoni

Durante la passeggiata a San Martino in Campo, i bambini erano numerosi, colorati, festaioli e hanno attirato l’attenzione, durante la passeggiata della Formica Selma, di un signore che abita da quelle parti.

Egli ha organizzato, in quattro e quattr’otto, un piccolo punto di ristoro. Tutto in maniera spontanea e generosa.

passeggiata formica Selma 29 ottobre merenda

Abbiamo pensato di sentire quali siano le emozioni che l’hanno spinto ad un gesto così gentile, e lui volentieri ci ha lasciato queste splendide parole.

Signor Mario, cosa l’ha spinta ad offrirci la merenda?

“È stato così bello e emozionante vedere tanti bambini che camminavano per i campi! Ho ancora in mente l’immagine che questo gruppo colorato di grandi e piccini ha stampato nel panorama rurale della zona dove risiedo.

Li ho intravisti vicino alla casetta colonica dove custodisco delle cose, e poi sono tornato indietro, verso casa mia. Li ho seguiti con lo sguardo, poi ho visto che venivano verso la mia abitazione.

Ho pensato di offrire loro qualcosa da bere. Molto velocemente ho preso un tavolo, e ho disposto ciò che avevo, bicchieri di plastica e tutto l’occorrente per dissetarsi.

Ho fatto qualcosa per loro, ma in primis ha fatto tanto piacere a me!”

Pensa che queste iniziative legate al cammino possano essere utili ai nostri bambini?

“Certo, queste passeggiate in mezzo ai campi fanno vivere la campagna nella maniera giusta ai bambini che non ne giovano abbastanza!

I bambini hanno bisogno del contatto con la  terra. Fa loro bene.

Faccio un piccolo racconto al riguardo. Un pomeriggio, alcuni bambini piccoli, che probabilmente giocavano con i miei nipoti, avevano scambiato il mio giardinetto per un parco giochi. Le mamme hanno fatto fatica a portarli a casa, volevano rimanere lì, a giocare all’aria aperta, con tanta gioia”.

Grazie di cuore signor Mario Mazzoni!

 

 





ultime dal blog

Vai al blog