3 ottobre 2015

European Obesity Forum 2015: Eurobis c’è!

L’esperienza di Eurobis all’European Obesity Forum

European obesity forumPer la seconda volta, Eurobis ha partecipato alla rassegna europea di Bruxelles dedicata all’obesità e alla strategie per combatterla e diffondere i sani stili di vita.

Dal 23 al 25 settembre 2015, i membri di EIN (Epode International Network), tra cui appunto Eurobis,  hanno incontrato i maggiori esperti europei riguardo la prevenzione del fenomeno obesità, hanno partecipato a workshop, hanno incontrato altri membri di Epode di diversi paesi europei per scambiare le proprie esperienze.

L’ EOF (European Obesity Forum) si è diviso in tre fasi:

  • Freshers

Il primo giorno dell’evento i Freshers (i nuovi progetti Epode) hanno ascoltato le presentazioni dei sette progetti già avviati, tra cui Eurobis, con un report relativo agli obiettivi fissati durante l’edizione precedente dell’EOF.

  • Open

La seconda giornata è stata dedicata al progetto OPEN, finanziato dall’Unione Europea. OPEN ha riunito 13 programmi basati sull’azione comunitaria, mirati ad agire sulla fascia dell’adolescenza disagiata. I rappresentanti del progetto OPEN hanno discusso sfide e opportunità, valutando i report dettagliati sullo sviluppo di ogni programma Epode. Da segnalare la nascita, proprio in questa occasione del Forum aperto di Epode. Questa piattaforma consentirà ai programmi di condividere le campagne, azioni, dati e risultati con le altre realtà europee e il pubblico in generale. Presto questa piattaforma sarà accessibile a tutti i progetti EIN.

  • EPHE

Il Forum europeo sull’obesità si è concluso con l’evento Ephe (Epode for the Promotion of Health Equity)  il 25 settembre. La conferenza ha tratto conclusioni sulla efficienza dei programmi comunitari mirati a promuovere l’equità della salute in Europa, nello specifico nel ridurre il divario sulla possibilità di curarsi nelle popolazioni svantaggiate in sette paesi europei.

In sintesi, questo è stato il programma dell’ultima fase dell’EOF:
– Strategie politiche sulla riduzione disuguaglianze di salute
– Condivisione dello scenario  e dei risultati del progetto
– Sostenibilità e divulgazione

Il “nostro” European Obesity Forum: le considerazioni della prof. Claudia Mazzeschi

Per Eurobis sono state a Bruxelles Annarita Ragni, la nostra project leader, e la professoressa Claudia Mazzeschi, responsabile di tutti i progetti legati all’area psicologica.

Le abbiamo chiesto di raccontarci qualcosa in merito.

European obesity forum“L’appuntamento annuale dell’European Obesity Forum è stato occasione di incontro dei partner della rete EPODE per un confronto sul tema dell’obesità in Europa e sullo stato di avanzamento dei progetti afferenti al Network.

Il Forum si è aperto con la prima giornata sullo stato di avanzamento dei progetti più giovani della rete EPODE, tra cui EUROBIS che, lanciato nel 2014, ha presentato in quell’occasione i dati e le attività svolte durante questi due anni di attività. La presentazione si è focalizzata sui risultati raggiunti ma anche sulle sfide che il problema dell’obesità in età evolutiva pone costantemente all’attenzione della comunità intera.

Nel suo complesso il Forum non si è concentrato tanto sui dati epidemiologici europei che comunque indicano (fortunatamente!) un decremento del fenomeno che ci fa ben sperare e certamente continuare a lavorare.

Il convegno ha proposto una riflessione su due grandi argomenti: l’importanza di condurre azioni efficaci e la necessità che le azioni raggiungano tutta la popolazione. Il primo tema riguarda il dialogo continuo che ci deve essere tra il fare e promuovere azioni e la loro valutazione; il secondo riguarda il tema della iniqua distribuzione dell’obesità (e della salute) nella società.

Inoltre, durante questo convegno – più che in altri precedenti – la riflessione scientifica e operativa ha fortemente sottolineato l’importanza per la promozione di azioni efficaci della identificazione delle determinanti dell’obesità infantile tra cui quelli familiari sottolinenando l’importanza di coinvolgere attivamente i genitori (la famiglia) nei programmi.

EUROBIS ha partecipato al Forum attivamente non solo presentando appunto nella giornata di apertura i suoi risultati ma, cosa importante, è stato individuato come buona pratica europea di coinvolgimento con il partnenarito pubblico e per questo ha moderato uno dei tavoli di lavoro (workshop) rivolti agli altri progetti della rete”.

Cliccando QUI, si  può scaricare la presentazione in Power Point di Eurobis all’European Obesity Forum, illustrata dalla prof. Mazzeschi.

European Obesity Forum

 

 

 

 

 

 

 

Come ultima considerazione, in conclusione al racconto dell’esperienza della prof. Mazzeschi, sottolineiamo quanto siano infiniti e variabili i fattori che influiscono sul fenomeno “obesità infantile”. Questo impegno nella ricerca di identificare i “determinanti”, nel coinvolgere le famiglie in maniera sempre più incisiva, ci deve far riflettere: un giusto peso significa equilibrio famigliare, sociale, scolastico, emotivo sia nella dimensione individuale come in quella comunitaria.

 

Responsabile area Psicologica Eurobis

Professoressa Claudia Mazzeschi – Università degli studi di Perugia – Curatrice degli aspetti psicologici del programma di EUROBIS





ultime dal blog

Vai al blog