Area Nutrizionale

La sezione dedicata alla nutrizione si propone di elargire norme di sana alimentazione in età pediatrica, attraverso una rappresentazione grafica facilmente memorizzabile: la piramide alimentare, ottimo strumento per combattere l’obesità infantile.

La piramide alimentare è uno strumento grafico inventato dal Dipartimento dell’agricoltura degli Stati Uniti nel 1992. Ne esistono di tanti modelli, con grafiche e colori diversi, ma tutti hanno lo scopo di guidarci verso una sana alimentazione. Il modello principale descrive la dieta mediterranea, che viene tutt’oggi considerata come la dieta associata ad un minor rischio di sviluppare malattie.

Vi siete chiesti perché ha proprio la forma di una piramide?

La piramide è divisa in 6 piani ed ogni cibo o gruppo alimentare ha una posizione ben precisa. I cibi disegnati alla base della piramide sono quelli che dovremmo mangiare tutti i giorni a tutti i pasti. Mano a mano che saliamo verso l’alto, troviamo gli alimenti che dovremmo consumare meno spesso e con moderazione.

L’acqua è l’elemento più importante per il nostro organismo. Più della metà del nostro corpo è costituito da acqua. Per questo motivo è fondamentale bere abbondantemente durante la giornata. È consigliabile bere acqua naturale o frizzante, prima e dopo l’attività fisica, in particolare nelle giornate estive molto calde. Se non abbiamo l’abitudine di bere possiamo soddisfare le nostre necessità idriche con tisane calde o fredde, magari con l’aggiunta di un po’ di succo di limone o del ghiaccio. Sono invece generalmente sconsigliate le bevande gassate e/o zuccherate, del cui corretto uso per i bambini parleremo in un articolo dedicato.

Il secondo gradino mostra i cibi che dovrebbero rappresentare la base della nostra alimentazione: TUTTI I GIORNI E A TUTTI I PASTI. Qui troviamo i cereali come la pasta, il pane, il riso e altri cereali preferibilmente integrali e la frutta e la verdura, ricchi di acqua, vitamine, sali minerali, e fibra .

Al terzo gradino sono rappresentati gli alimenti che richiedono un consumo giornaliero, come il latte e lo yogurt, ricchi di calcio, ottimi sia a colazione che agli spuntini, e l’olio di oliva: il condimento principale di tutti i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, che rende le nostre pietanze più buone e gustose.

Il quarto gradino è occupato dalla frutta secca, come le noci, le mandorle, i pinoli….ricchi di micronutrienti e sostanze benefiche, e le spezie, che esaltano la sapidità del cibo, aiutandoci a ridurre il consumo di sale, tanto dannoso per i nostri vasi sanguigni. Ricordiamoci che alcune spezie sono dei potenti antiossidanti e possono contribuire a proteggere il nostro organismo dagli stress quotidiani.

Al quinto gradino troviamo le principali fonti proteiche: la carne bianca (pollame), il pesce, le uova ed i legumi. Non sono presenti le carni rosse ed i formaggi perché, pur essendo delle ottime fonti di proteine, vanno consumate con moderazione. Si consiglia di consumare la carne bianca circa 1-2 volte alla settimana, il pesce ed i legumi 2 o più volte alla settimana, le uova 1-2 volte alla settimana.

Al vertice della piramide, Il sesto gradino, si trovano i dolci, le bevande gassate, le carni rosse, i grassi di origine animale (burro, strutto). Questi alimenti, se consumati troppo spesso, possono farci aumentare di peso e di conseguenza ci predispongono alle malattie metaboliche. Se ne consiglia un consumo moderato, una-due volte alla settimana.

Il segreto e la forza dello stile alimentare mediterraneo sta nella varietà delle nostre scelte a tavola: ogni giorno possiamo consumare differenti pietanze, con colori e sapori unici, traendo da essi i maggior benefici per la nostra salute.

Dott.ssa Elisa Reginato

Le buone norme dell'alimentazione in età pediatrica

Le buone norme dell’alimentazione in età pediatrica





ultime dal blog

Vai al blog