14 gennaio 2017

Alimentazione prima infanzia: i preziosi consigli di Eurobis

Qualche consiglio per l’ alimentazione nella prima infanzia

Qualche articolo fa abbiamo cominciato un viaggio importante: quello sulla funzionalità di alcuni nutrienti e la loro influenza durante i primi anni di vita del bambino.

Oggi vogliamo continuare ad affrontare l’argomento con altri consigli sull’alimentazione nei primi anni di vita.

Nello specifico, qualche settimana fa, nel nostro blog, abbiamo chiacchierato con la nostra pediatra Rachele Boccardo. Ci siamo concentrati sull’ adiposity rebound precoce e sull’ iperplasia e ipertrofia delle cellule adipose. 

L’alimentazione costituisce tutti i mattoni su cui costruisce la sua crescita l’organismo, e anche con questo articolo vogliamo dare informazioni utili per adottare uno stile di vita sano.

L’alimentazione da uno a tre anni: le indicazioni dei LARN

Cosa sono i LARN?

LARN è un acronimo, che significa: “Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed energia per la popolazione italiana”.

Sono raccomandazioni elaborate da circa cento esperti italiani coordinati da una commissione composta da rappresentanti della SINU (Società Italiana di Nutrizione Umana) e dell’ INRAN (Istituto di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione).

Ci sono indicazioni su fascia d’età, altezza, sesso, e sono classificati, secondo i fabbisogni giornalieri, i livelli ideali di nutrienti assunti in base, anche, alle varie tappe evolutive umane.

Ecco dove trovare le ultime tabelle, uscite nell’anno 2014, per curiosare tra le linee guida: cliccando QUI potrete accedere alle informazioni “open” ovvero consultabili per il pubblico.

Il nostro consiglio: rispettare i LARN e le nuove linee guida per l’alimentazione da uno a tre anni

Il primo consiglio che vogliamo elargire  è quello di rispettare le indicazione dei LARN che afferma che l’alimentazione dei bambini, da uno a tre anni, deve essere ripartita in questo modo:

  • 50% carboidrati;
  • 40% grassi
  • 10% proteine

Facciamo riferimento di nuovo all’azione delle proteine.

Questo è un capoverso del nostro precedente articolo:

“Esse (le proteine ndr) lavorano sulla produzione di un ormone anabolico IGF-1 che stimola la produzione cellulare con conseguente accelerazione della crescita, aumento delle masse muscolari e aumento del numero degli adipociti”.

Larn alimentazione prima infanzia

La tabella LARN che riguarda i le proteine e le quantità consigliate giornaliere

 

Come potete vedere leggendo la tabella, per un bambino da 1 a 3 anni la quantità giornaliera di proteine (carne, pesce, uova, legumi) corrisponde a 0,82 grammi, per chilogrammo al giorno.

In un bambino di peso 13,7 kg, la dose consigliata è 11 grammi al giorno. Per fare un paragone che spieghi la nostra premura nel riportarvi queste indicazioni, un vasetto di omogeneizzato di carne corrisponde a 80 grammi.

Riflettiamo quindi sulla quantità di proteine che i nostri bambini assumono ogni giorno, sommando quelle del latte, quelle dell’olio extravergine che accompagna le pappe, il parmigiano.

Per quanto riguarda l’assunzione di latte vaccino o meno dopo l’anno, rimandiamo ad un altro preziosissimo articolo con la collaborazione della nostra pediatra Rachele Boccardo.

rachele boccardo

Dott.ssa Rachele Boccardo – specialista Eurobis ambito pediatrico





ultime dal blog

Vai al blog