26 novembre 2016

Adiposity Rebound: l’alimentazione nel primo anno di vita e le cellule adipose

Cari amici, oggi parliamo di un argomento importante, molto importante.

Se vi dicessimo che durante i primi 24 mesi di vita (due anni) le cellule adipose dei bambini vengono in un certo senso programmate? E che in base all’alimentazione che porgiamo ai nostri figli stabiliamo il numero delle cellule di grasso corporeo durante tutto l’arco della vita?

Cerchiamo di attirare la vostra attenzione in maniera molto semplificata sulla questione, ma il fenomeno chiamato “adiposity rebound” ha proprio a che fare con la popolazione di adipociti (cellule di grasso) che l’organismo dei nostri figli programma durante i primi due anni di vita in base alla loro alimentazione.

L’adiposity rebound precoce: l’aumento della massa corporea in anticipo predice obesità

In questo articolo il fenomeno è definito in questo modo:

L’adiposity rebound precoce è il raggiungimento del valore minimo di adiposità prima dell’aumento fisiologico dell’Indice di Massa Corporea (IMC, cioè il rapporto peso in kg/h in metri al quadrato), che mediamente avviene tra i cinque e i sette anni.

Cosa significa? Che c’è un momento in cui, durante l’infanzia, i nostri bambini raggiungono un livello minimo di adiposità e di massa corporea, e da lì parte il lo sviluppo fisiologico di crescita e regolare aumento di peso.

Il momento in cui compare questo calo predice la possibilità di sovrappeso e obesità. Normalmente il “rimbalzo di adiposità” avviene prima dei 5 e 6 anni di vita, momento in cui si avvia il normale aumento di indice di massa corporea. Se il fenomeno anticipa la sua comparsa, abbiamo alte probabilità che il bambino possa presentare una corporatura magra o normale durante l’infanzia e poi assistere ad un aumento progressivo di peso sopra la norma.

Quindi? Come possiamo fare noi genitori per non incorrere in questo fenomeno?

Abbiamo sentito la nostra pediatra, Rachele Boccardo, che ci ha spiegato  nel dettaglio il fenomeno e ha elargito, come sempre, qualche prezioso consiglio.

“Noi tutti esseri umani abbiamo un incremento di massa corporea con andamento ripetibile. Assistiamo ad una diminuzione dell’indice di massa corporea tra 1 e 6 anni, e poi un picco adiposo tra 6 e 10, che raggiunge il suo apice nell’adolescenza.

Quando il calo e relativo aumento avviene prima (tra i 2 e 5 anni la diminuzione e tra 5 e i 7 anni l’aumento di IBM) statisticamente è molto probabile che il bambino sviluppi la possibilità di essere in sovrappeso o obeso negli anni a seguire.

adiposity rebound toddler

Da che cosa è causato l’adiposity rebound precoce?

Sicuramente da una cattiva abitudine alimentare. E anche da una scarsa considerazione del problema. Quando i bambini sono piccoli (due, tre anni) vederli sovrappeso non desta alcuna preoccupazione ai genitori.

La dieta nei primi anni di vita è fondamentale, ed è giusto mettere in luce alcune considerazioni derivate dagli ultimi studi. Documenti recenti dimostrano che una dieta ricca di proteine nei primi due anni di vita sia concausa di “adiposity rebound” precoce.

Nel momento in cui i bambini hanno più bisogno di grassi (le norme pediatriche riguardo all svezzamento stanno evolvendo, concedendo più spazio all’introduzione di grassi rispetto alle proteine), le mamme preparano nella prima infanzia pasti ricchi di proteine.

Esse lavorano sulla produzione di un ormone anabolico IGF-1 che stimola la produzione cellulare con conseguente accelerazione della crescita, aumento delle masse muscolari e aumento del numero degli adipociti.

Iperplasia e ipertrofia: le cellule adipose e il loro ruolo nel sovrappeso

Ricapitoliamo: troppe proteine hanno causato la secrezione di un ormone  (IGF-1) e sono state prodotte troppe cellule adipose: questo fenomeno si chiama “iperplasia” e non è reversibile.

Il numero delle cellule di grasso è stato fissato e non può più essere diminuito. Per questo è così importante la dieta nei primi due anni di vita.

L’altro fenomeno collegato adipociti e all’aumento di peso è l’ ipertrofia di questo tipo di cellule, che riguarda l’aumento di volume. In questo caso il fenomeno è reversibile: con uno stile di vita sano e con l’attività motoria adeguata le cellule diminuiscono il loro volume”.

In un altro articolo parleremo, sempre con la nostra meravigliosa pediatra, dell’importanza dei grassi nella dieta dei nostri bambini durante i primi loro anni di vita.

Grazie mille Rachele!

rachele boccardo

Dott.ssa Rachele Boccardo – specialista Eurobis ambito pediatrico

 

 

 





ultime dal blog

Vai al blog